Dolce Come il Cioccolato, Amaro Come la Birra. E Viceversa...

DSC04932 SmallDomenica 11 Dicembre nel centralissimo quartiere di testaccio a Roma, Beer Travels ha proposto ai suoi fedelissimi, una degustazione di birra e cioccolato artigianale.
Le quattro birre proposte, tutte provenienti da birrifici artigianali differenti e ognuna rappresentante uno stile differente dalle altre, sono state abbinate a quattro tipi di cioccolata differente, proveniente dalla cioccolateria “La Bottega del Cioccolato” di Roma.

La prima birra ad aprire la serata è stata la STRADA SAN FELICE del birrificio GRADO PLATO.
Una bassa fermentazione (unica nella serata) che si è posizionata seconda, nella categoria “birre ad alta gradazione alcolica” nel concorso miglior birra artigianale italiana, indetto da Unionbirrai nel 2006; in più nel 2011 Slow Food, nella sua guida alle birre d’italia, gli ha assegnato 5 stelle, ovvero il massimo punteggio.
La Strada San Felice si presenta con un colore ambrato carico, una schiuma fine ed evanescente e al naso un forte sentore di frutta rossa e frutta sotto spirito. In bocca percepiamo il calore dato dai suoi 8 gradi alcolici, ma nonostante questo, si percepisce, in modo equilibrato il dolciastro della castagna, ingrediente che caratterizza fortemente questa birra, e la annovera nell’italianissima categoria delle birre alle castagne. La Strada San Felice è stata abbinata a un croccante di nocciole ricoperto di cioccolato, che in bocca ha fatto il suo lavoro, pulendo, a ogni morso, il deciso sentore di alcool che si spigionava a ogni sorso di birra.
DSC04927 SmallA seguire è stata presentata la STELLA DI NATALE del birrificio TROLL, una classica birra di Natale con un ottimo corpo, 10,5 gradi e con sentori di malto, e spezie sapientemente utilizzate. Anche in questa birra prettamente natalizia, rappresentante di uno stile di chiare origini belghe, fa da padrone l’alcool e il calore che regala facendo passare ogni sorso in gola. Di un bel colore marrone scuro con schiuma color creama, fine, compatta e persistente.
Le spezie, percepibili sia all’olfatto sia al gusto, e un delicato sentore di agrumato, ci hanno ispirato per proporre questa birra in abbinamento a una scorzetta di arancio ricoperta di cioccolato, un abbinamento eccezionale, tanto che qualcuno si è addirittura espresso con: “È la morte sua!!!”


La terza birra assaggiata è un classico dell’arte brassicola italiana, quasi un'icona dello stile, anche se in parte rivisto dal birraio: stiamo parlando della VERDI IMPERIAL STOUT, la imperial stout del BIRRIFICIO DEL DUCATO dedicata a Giuseppe Verdi, già vincitrice di numerosi premi a livello nazionale e internazionale.Una birra potente, su gli 8 gradi, dal colore ebano, impenetrabile, con una schiuma fine e persistente color crema, dove il malto tostato la fa da padrone, con i suoi profumi e sapori di cacao, cioccolata, liquirizia e tabacco. Un piacevole e inaspettato finale al peperoncino, destabilizza tutto e sorprende, visto che ci si aspetta tutt’altro dal finale di una birra del genere, dando la sensazione di volerne bere ancora, senza rendere assolutamente la birra pesante e stucchevole. La Verdi Imperial Stout è stata proposta in abbinamento ad un cremino al caffè, abbinamento scelto per la delicatezza con cui il cremino puliva il piccante della birra, sia per il caffè che si poteva ritrovare nel cioccolatino e nei sapori dati dal malto tostato; anche questo abbinamento è stato molto gradito, a dire dalle manifestazioni di benessere che iniziavano a manifestarsi nella stanza, inutile dire che l’alcol iniziava a farsi sentire.


DSC04936 SmallUltima birra della serata, ma sicuramente la più alcolica e la più tosta delle birre presentate, è stata appunto la TOSTA di PAUSA CAFFE’, un birrificio che in realtà è una cooperativa sociale che collabora con le popolazioni del sud del mondo per promuovere un commercio equo e solidale di caffè e cacao. Infatti, è proprio il cacao (del tipo Talamanca) proveniente dalla comunità del cibo di Terra Madre in Costa Rica a rendere la birra unica nel suo genere.
Di base la Tosta è una Barley Wine inglese, con colore scuro e riflessi rubino, piatta con schiuma fine ed evanescente, con profumi di cacao, caramello e frutta secca e con sapori di cioccolato e note liquorose.
In bocca è morbida, quasi pastosa, quasi una cioccolata calda “fredda” che con i suoi 12,5 gradi alcolici scalda a ogni sorsata. Una birra premiata sia al concorso miglior birra dell’anno nel 2010 sia nella guida Slow Food sulle birre italiane.
Questa volta l’abbinamento è stato con due cubetti di cioccolato fondente all’80% e non un cioccolatino come le altre, proprio per far proseguire in bocca le note di cacao amaro percepibili nella birra.


A fine serata, ciò che era iniziato come una degustazione elegante e con persone silenziose e attente, si era quasi tramutata in una serata in un pub tra vecchi amici un po’ brilli, ma il bello della birra artigianale, lo sappiamo da tempo, è anche questo.



Simone Reggi

Add comment

     


Security code
Refresh

Articoli più Letti

Loading feeds...

 

Video Gallery

 

          Facebook Twitter GooglePlus
          YouTube Instagram Rss

Calendar

June 2019
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Next Eevents

We have 12 guests and no members online

Sponsor

galluzzi

 

 

 

 

 

 

FoutItalianFriends

 

 

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand