Villaggio Della Birra 2012

 

VillaggioDellaBirra2012

 

Come ormai già da quattro anni, lo scorso fine settimana sono stato al Villaggio della Birra a Buonconvento in provincia di Siena e come ogni anno si è rivelato un evento dove poter provare ottime birre provenienti dal Belgio ma anche provare qualche anteprima dei birrai di casa nostra.
Tra le birre bevute ho trovato un’ottima Tripel Klok di Boelens Brouwerij al contrario della stucchevole Balzello. Sempre rimanendo in Belgio la Jan de Lichte di De Glazen Torren in forma e mirabile come sempre.
Ben fatta ma con un dolce troppo marcata per i miei gusti la Sherry Barrel Aged Beer, maturata in botti di sherry.
Grande delusione invece la XXBitter di De Ranke, notevolmente difettata.
Particolare invece la Hop Ruiter di Scheldebrouwerij, una IPA totalmente differente da quelle in stile anglosassone cui siamo abituati.
Strepitosa la Embrasse Peated Oak Aged De Dochter Van de Korenaar con un forte profumo di affumicato e un importante sentore di legno che riempie il palato.
Altra birra da bere a fiumi è stata la Oude Gueuze Tilquin à l’Ancienne della Gueuzerie Tilquin.
Molto più informa invece gli italiani, cui ho dedicato tempo e fegato solo per le produzioni che non conoscevo.
Una Milk Chocolate Stout leggera leggera la Fear di Brewfist mentre la 2Late si è rivelata una bomba di luppolo.
Eccentrica invece La14 dell’Olmaia dove non si percepiscono più la5 e la9 che la compongono, ma nel complesso è una birra che si lascia bere. Troppo azzardata invece a PVK nel Salco, dove la punta di acido su una birra di frumento come la PVK non mi ha convinto.
Molto più convincente la Ryeccomi rispetto alla prima volta che l’ho assaggiata a Selezione Birra. Una birra davvero ben fatta, dove il dolce vellutato della segale si mischia a una luppolatura discreta.
Ostica invece la Polka, sempre di Amiata. Una birra davvero nuova nel panorama brassicolo italiano, ma con un gusto non proprio per la massa. Voto 10 comunque per il birrificio Amiata per aver introdotto qualcosa di nuovo.
Birre ben fatte ed equilibrate quelle di Bruton, dalla Bianca, alla Pils (una delle migliori Pils bevute ultimamente) fino ad arrivare alla Dieci, una barley wine con corpo leggermente inferiore alle classiche barley wine.
Buone anche le Buskers con la nuova Guybrush, con un po’ troppo pepe al naso, la Nausicaa con un acido piacevole e non invasivo, e la California Uber Alles, una buona Lager con una luppolatura generosa.
Troppo giovane invece la Black Junkie, sicuramente da riprovare in futuro poiché la base non deludeva.
Nota di merito va al Belgian Tradition Corner con un ottima Ichtegems Oud Bruin e una Rodenbach Caractère Rouge che potrebbe convertire anche i miscredenti dell’acido.
Purtroppo altre birre bevute, assaggiate e condivise con compagni di bevute non sono presenti nell’elenco sopra descritto, ma come voi tutti amanti della birra ben sapete, non c’è degustazione, analisi olfattiva, giudizio tecnico ecc che tenga in confronto a una bevuta tra amici.
In fondo, al villaggio della birra ci si va non solo per bere bene, ma anche per bere in buona compagnia.
Arrivederci all’anno prossimo.

 

Cheers!

Simone Reggi


                                                                                                  



Add comment

     


Security code
Refresh

Articoli più Letti

Loading feeds...

 

Video Gallery

 

          Facebook Twitter GooglePlus
          YouTube Instagram Rss

Calendar

October 2019
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Next Eevents

We have 120 guests and no members online

Sponsor

galluzzi

 

 

 

 

 

 

FoutItalianFriends

 

 

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand